“E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno” – Il Gazzettino, 6 Ottobre 2011

Articolo da”Il Gazzettino”, 6 Ottobre 2011

E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno. Stiamo parlando dello scrittore leoniceno Stefano Visonà impostosi all’attenzione di pubblico e critica con il romanzo “Non ti svegliare”, un legal thriller italiano che ha ottenuto una speciale segnalazione al “Premio Calvino”. Sarà tra i protagonisti anche della “Fiera delle parole 2011”, manifestazione letteraria che si sta svolgendo questa settimana a Padova e che, accanto ad alcuni grandi nomi italiani della cultura, come Ferdinando Camon, Dacia Maraini e Corrado Augias, darà modo ad una quindicina di autori emergenti di presentare le proprie ultime fatiche.
In particolare, a Stefano Visonà sarà riservata anche una “vetrina speciale” domani 7 ottobre alla Libreria Pangea, con inizio alle ore 18:30.
“Non ti svegliare”, 400 pagine, è un “legal thriller” ispirato per scrittura, complessità della trama ed ampiezza della vicenda ai “grandi contemporanei anglosassoni”, ma che nello stesso tempo è pur calato nella realtà italiana, coerente perciò con la prassi del nostro sistema giudiziario. Nel romanzo predomina il meccanismo del giallo, dell’enigma legato ad un omicidio inspiegabile e della conseguente ricerca di un colpevole, ma, fatto poco comune nel panorama letterario italiano, il protagonista-indagatore è un avvocato penalista, che agisce con i metodi previsti dal nostro Codice di Procedura Penale ed opera nel contesto della realtà triveneta. Un mix che ha costituito un’autentica novità per un filone letterario che, proprio grazie al vicentino, è ora finalmente venuto alla ribalta anche in Italia.
Luca Lazzari